vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Val della Torre appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Pubblicazioni della Collana “Briciole di Storia”

Il Comune di VAL DELLA TORRE dal 2007 sta realizzando la Collana “BRICIOLE DI STORIA”, un progetto che prevede la realizzazione di una serie di pubblicazioni che affrontano piccoli e grandi eventi locali e storici, realtà architettoniche e di costume del nostro Comune con l’intento di attuare un progetto culturale che ha lo scopo di valorizzare episodi ed elementi della storia valtorrese.

Volume 1 – aprile 2007

PER NON DIMENTICARE
Riflessioni di bambini valtorresi sull’olocausto

Trattasi di una breve pubblicazione contenente piccoli pensieri elaborati dagli studenti delle classi 4a e 5a - anno scolastico 2005/2006 – della Scuola Primaria “Giuseppe Astrua”. Il filo conduttore di queste brevi riflessioni è da ricercarsi in generale nei vari aspetti della guerra e, per contro, in valori quali pace, libertà, democrazia. La pubblicazione è arricchito da fotografie risalenti all’epoca e scatti moderni che, per varie ragioni, si richiamano a quegli anni, corredate ognuna da una didascalia esplicativa.

Volume 2 - aprile 2008

VAL DELLA TORRE NELLA GUERRA DI LIBERAZIONE
A cura di Giuseppe Barbero

Durante il periodo della Guerra di Liberazione il territorio di Val della Torre fu dal punto di vista operativo e delle formazioni partigiane strettamente connesso con la valle di Susa per cui si ritiene di dover succintamente ricordare gli sviluppi e la storia del periodo resistenziale in quella valle. Il 2° volume della collana “Briciole di storia” rappresenta la prima pubblicazione storica dedicata alla lotta partigiana in Val della Torre ed ai primi passi delle nuove strutture politiche ed amministrative democratiche, direttamente scaturite dall’esperienza della guerra partigiana e dall’opposizione antifascista attraverso le vicende del CLN locale. La pubblicazione riporta in particolare, attraverso i racconti di alcuni partigiani e di residenti di Val della Torre, documenti storici, foto d’archivio, cartine, episodi d’interesse della storia locale nel periodo dal settembre 1943 al maggio 1945 e contiene, inoltre, un’approfondita ricerca biografica dei valtorresi ‘partigiani’, ‘patrioti’, ‘benemeriti’ e ‘non riconosciuti’ che hanno operato e collaborato nelle forze partigiane, oltre alle biografie dei caduti di Val della Torre ed in Val della Torre.

Volume 3 – aprile 2010

IL MONASTERO CISTERCENSE E LA PARROCCHIA DI SANTA MARIA DELLA SPINA DI BRIONE

La pubblicazione, proseguendo nella linea di portare a conoscenza della popolazione momenti e documenti di storia locale, contiene due importanti testi riguardanti la Chiesa Parrocchiale di S. Maria della Spina, già monastero cistercense in epoca medioevale. Il documento principale, “Il monastero femminile di S. Maria di Brione dalle origini alla fine del XII secolo”, è una tesi di laurea del 1972 della dottoressa Luciana Ferrua, già pubblicata sul Bollettino storico – bibliografico subalpino dell’annata LXXVIII (1980), che, grazie alla disponibilità dell’autrice e della Deputazione Subalpina di Storia Patria, è stato possibile ripubblicare per garantirne una maggior diffusione, almeno a livello locale. L’opera consente di seguire la nascita e lo sviluppo dell’antico monastero prendendo in esame gli aspetti storici, geografici, economici ed umani di una vicenda storica che si rivelò fondamentale per l’intera valle. Pur non ricoprendo tutta la storia del complesso monastico, per le cui ulteriori vicende sarà ancora necessario riferirsi al testo del Teologo Pietro Prato “Alcune notizie storiche riguardanti Val della Torre” già riprodotto dall’Amministrazione nel 1999, la tesi della dottoressa Ferrua rimane ancora oggi l’unica e fondamentale ricerca sulle fonti e documenti dell’epoca.
Il secondo documento, “L’antica Parrocchia di Brione”, riprodotto in stampa anastatica, è estratto dal Bollettino della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti n.i 3 e 4 del 1925 ed è uno studio storico architettonico sull’edificio redatto da Eugenio Olivero, importante studioso di antichità piemontesi del secolo scorso. Anche questo documentoè stato riproposto grazie alla collaborazione della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti di Torino che consente di seguire la vicenda più propriamente artistico – architettonica dell’antico edificio.
Nell’intento poi di pubblicare quanto attualmente disponibile sulla chiesa di Brione anche sotto l’aspetto iconografico, i due testi sono stati integrati dalla riproduzione di alcune cartoline d’epoca che consentono di conoscere le modificazioni apportate all’edificio nell’ultimo secolo, da due disegni del XIX secolo di Clemente Rovere e dalla più antica rappresentazione cartografica catastale dell’abitato di Brione, tratta dal catasto francese del 1812)

Volume 4 – luglio 2011

ARCHITETTURE E SEGNI SACRI DEL TERRITORIO DI VAL DELLA TORRE
A cura di Giovanni Visetti

Il libro nasce dalla necessità di tener vivi, nella nostra fede e nella nostra storia, i segni materiali del passato della nostra cristianità (le chiese, le semplici cappelle, i piloni votivi e quelli devozionali, le nicchie ed i dipinti murali) e si auspica di risvegliare, nella coscienza comunitaria, la ricerca delle radici anche grazie ad una sorta di piccola guida al nostro passato. Per ogni manufatto descritto sono state rilevate alcune caratteristiche fisiche (dimensioni, orientamento, posizione georeferenziale) seguite dalla descrizione dell’oggetto e dall’elenco degli arredi presenti al momento della rilevazione. Ogni architettura e/o segno sacro oggetto della pubblicazione è corredato da una documentazione fotografica sufficiente a porre il lettore in grado di visualizzare l’oggetto ed eventualmente di rintracciarlo sul territorio. Per agevolare quest’ultimo punto, al termine di ogni descrizione è stato riportato un riferimento cartografico atto alla localizzazione del medesimo sullo schema indicativo pubblicato al termine del volume)

Volume 5 - ottobre 2011

VALTORRESI NELLA GRANDE GUERRA 1915 – 1918
A cura di Giuseppe Barbero

“Tra il 1915 e il 1918, 64 valtorresi morirono in guerra ed è la percentuale più alta, sulla base della popolazione residente, rispetto a tutti i comuni dei dintorni. Tra di loro non ci sono eroi o decorati, ma solo poveri contadini che fecero il loro dovere e perirono, come altri 650.000 italiani, nella Grande Guerra, rimanendo un ricordo solo per le proprie famiglie…..”. Così inizia il capitolo 3 del 5° volume della Collana “Briciole di Storia” dedicato ai 459 Valtorresi che hanno combattuto durante la prima guerra mondiale. Ricordare quei nomi uno per uno, scrivendoli con il massimo del rispetto e dell’emozione nelle pagine bianche di un libro dedicato alla loro memoria, esprime la volontà di “Non dimenticare” i nostri coraggiosi concittadini, alcuni dei quali appena maggiorenni, che offrendo la loro vita hanno combattuto per difendere il nostro Paese)

Volume 6 - aprile 2012

GUIDO CARBI - Storia di un partigiano

Il ricordo di una persona speciale che nel nostro territorio, e non solo, era considerata una persona che per la lotta per la libertà e la pace nel nostro Paese ha dato molto. Il libro (nato con la collaborazione di Franco Voghera e del Comitato per la Resistenza Colle del Lys) vuole esserne il ricordo, indelebile nel tempo e sempre vivo e presente, non solo tra quelli che lo hanno conosciuto ma anche tra le giovani generazioni alle quali egli, negli ultimi vent’anni della sua vita scoprendo l’importanza della memoria, ha dedicato tutte le proprie energie per far conoscere la Resistenza, spronandoli a diventare cittadini “attivi” in grado di preservare la democrazia e la Costituzione.

Volume 7 - luglio 2013

LA CHIESA DI SAN DONATO A VAL DELLA TORRE
di Giovanni Visetti e Nicolò Vogogna.

Trattasi di una pubblicazione dedicata alla storia della Chiesa parrocchiale di San Donato Vescovo e Martire